Posturoconsapevoli - La prima Community Italiana sulla Posturologia

BITE POSTURALI – LA POSIZIONE POSTURALE MANDIBOLARE

BITE POSTURALI – LA POSIZIONE POSTURALE MANDIBOLARE

“Nei testi di odontoiatria l’apparato stomatognatico è considerato una catena cinematica chiusa che termina all’osso ioide; nei testi posturali invece l’apparato stomatognatico è considerato parte integrante di catene muscolo fasciali che, attraverso i muscoli sottoioidei, lo collegano al resto del corpo”

Leggendo  queste prime righe di introduzione dell’articolo di Giovanni Maver si evince la complessità nella quale il nostro corpo si ritrova a vivere tra continui e costanti condizionamenti. Come già specificato in altri nostri articoli, tra cui CAMBIAMENTI POSTURALI DOPO LA CORREZIONE DELLA POSIZIONE DELLA LINGUA, l’apparato stomatognatico rappresenta uno dei principali sistemi di condizionamento del sistema tonico-posturale, e di come sia oramai impossibile considerare questo elemento indipendente da tutto il resto.

Continuando nella lettura si evidenzia l’importanza di questo principio:

“Questo  lo rende un tutt’uno con regole comuni del corpo e dell’apparato stomatognatico che prevedono una posizione posturale fisiologica, ottenuta attraverso la ricerca dell’equilibrio, col minimo lavoro muscolare e in assenza di dolore. Da questa posizione la bocca e il corpo partono per compiere qualsiasi azione”

Un altro elemento importante da tenere in considerazione è il concetto di equilibrio mandibolare.

Questo principio parte dall’aspetto che:

“[…] non è possibile suddividere l’apparato stomatognatico in tante parti o momenti, ma bisogna considerarlo come un insieme sinergico, in cui tutto è egualmente importante e in cui tutto concorre a dare equilibrio e stabilità”

Una delle domande che sorge spontanea è: cosa può alterare questo equilibrio e stabilità?

Ovviamente i motivi possono essere molteplici, intrinseci ed estrinseci all’apparato stomatognatico stesso, ma una volta appurata la “primarietà” di questo sistema sugli altri, quali sono le possibili correzioni da apportare, e con quali strumentazioni?

L’utilizzo di “bite posturali” è uno dei più efficati, in quanto attraverso un’azione di svincolo rilassa la muscolatura riportando in equilibrio funzionale i due mascellari e lingua.

Qui l’articolo di Giovanni Maver nel suo completo: Bite posturale