Posturoconsapevoli - La prima Community Italiana sulla Posturologia

POSTURA E SCOLIOSI – di Giovanni Chetta

POSTURA E SCOLIOSI – di Giovanni Chetta

La scoliosi è una patologia molto diffusa nella popolazione, in particolar modo nell’età evolutiva. Oltre a esserci differenti tipologie di scoliosi in base all’origine delle stesse, esistono diverse metodologie di intervento per contrastarle nella loro progressione. La decisione del metodo migliore si definisce in base al grado di scoliosi, al suo potenziale evolutivo e al motivo per cui è comparsa.

Come ben noto esistono categorie principali di appartenenza delle scoliosi, tra cui:

  • IDIOPATICA
  • ACQUISITA

La prima (idiopatica) non ha trovato a oggi certe origini di sviluppo. Esistono, per contro, valide teorie che ne potrebbero spiegare l’insorgenza e lo sviluppo, ma non ve n’è una che possa definirsi prioritaria sulle altre. Ed è questa, purtroppo, la più diffusa tra i ragazzi.

La seconda (acquisita) viene così definita in quanto vi sono delle cause predeterminanti la possibile deviazione della colonna, come per esempio: traumi, infezioni, artriti, malformazioni in utero o varie patologie.

La domanda che sorge spontanea è: può la scoliosi essere influenzata dal sistema tonico-posturale?

Se è certo che piede e lingua rappresentano i più influenti conformatori organo-funzionali (il primo delle curve rachidee mentre il secondo delle ossa craniali) come e quanto plantari e bite possono influenzare la scoliosi dipende dalla mentalità e coscienza posturologica in atto.

La risposta con una visione posturologica approfondita, la troviamo in questo dettagliato articolo del Professore Giovanni Chetta, che ringraziamo per il suo spirito di generosa condivisione:

Scoliosi e postura Giovanni Chetta